• Facebook
  • Instagram
  • Youtube
Accedi all’area riservata:
2020-05-29

Comportamento ed educazione

Articolo redatto da Massimo Perla, addestratore cinofilo e responsabile nazionale del settore CSEN cinofilia.

Impariamo divertendoci!

Per trascorrere del tempo con il nostro amico a quattro zampe possiamo insegnargli alcuni tricks: comportamenti da imparare attraverso esercizi dinamici e divertenti.

I tricks sono i comportamenti e le abilità che possiamo insegnare al nostro cane in modo simpatico e dinamico, divertendoci insieme. Essi lo aiutano a interagire con i vari oggetti che gli presentiamo e gli consentono di gestire il proprio corpo con nuovi movimenti, nonché sviluppare l’autocontrollo e la capacità di elaborare informazioni e creare un’intesa fortissima con noi.

Gli piace o no?

Servono anche a stancarlo, sia mentalmente che fisicamente, e sono utili ai proprietari per imparare a capirlo e osservarlo meglio. Per ottenere dei buoni risultati, però, dobbiamo essere in grado di comprendere se si sta divertendo davvero e se stiamo procedendo bene con la realizzazione dell’esercizio, oppure se si trova in difficoltà e dobbiamo fermarci per aiutarlo.

Serve concentrazione

Il mio consiglio è quello di iniziare con qualche richiesta facile, scegliendo un ambiente tranquillo e privo di distrazioni. Troviamo una stanza della casa adatta, togliamo tutte le cose che potrebbero deconcentrarlo e spegniamo per qualche minuto il nostro cellulare. È necessario, infatti, essere concentrati per fargli capire il comportamento giusto che gli stiamo chiedendo.

Inizia il divertimento!

Tra i trick semplici ci sono il dare la zampa o il toccare un determinato oggetto con il naso. Quando avremo costruito una bella intesa potremo passare a esercizi più complessi: insegnargli, ad esempio, a rotolare, a camminare all’indietro o a fare il cane svenuto. Un trick che solitamente piace tanto è l’orsetto, anche se richiede più allenamento, perché Fido deve prima imparare a trovare l’equilibrio sulle zampe posteriori. Un altro è lo slalom: mentre camminiamo, dovrà imparare a passare sotto le nostre gambe, coordinandoci alla stessa velocità.

Ci vuole self-control

Possiamo, poi, metterlo a terra e posizionare una crocchetta sopra una delle sue zampe anteriori. Il cane non dovrà mangiarla finché non gli daremo l’ok: dobbiamo essere veloci e, se fa il furbo cercando di mangiarlo lo stesso, togliere il bocconcino! Se invece non lo fa, aspettiamo pochi secondi e poi diciamogli che può prenderlo. Potremo fare lo stesso esercizio posizionandolo sul muso e, quando diventerà super esperto, due sulle zampe anteriori e uno sul naso!

Come un marine!

Insegnargli a strisciare come i marines è un trick più dinamico. Iniziamo mettendo Fido a terra e utilizziamo un premietto, tenendolo in mano davanti al suo naso. Lentamente spostiamo la crocchetta in avanti, facendo in modo che il cane rimanga a terra ma avanzi un pochino per prenderla. Se si sposterà rimanendo con il sedere giù, creando l’effetto di strisciare, allora potremo dargliela.

A zampe incrociate

Perché non insegnargli a incrociare le zampe? Per farlo utilizziamo un target, cioè un oggetto (come un quadrato di stoffa o un sottobicchiere) che il cane sa di dover toccare con una zampa. Una volta imparato questo comportamento, possiamo posizionare Fido a terra e spostare, per gradi, il target dalla parte opposta della zampa che deve muovere, fino ad arrivare a fargli incrociare le zampe anteriori. L’importante è non essere frettolosi nello spostamento, altrimenti rischierà di muovere spesso la zampa sbagliata e farà confusione.

Quando il gioco si fa duro…

Quando avremo costruito una forte intesa e avremo capito come impostare gli allenamenti senza stancarlo troppo potremo passare a esercizi più elaborati, come mettere un oggetto dentro un cesto oppure aprire un cassetto tirando la corda. Si tratta di sequenze più complicate, da suddividere in più fasi, per insegnare al nostro amico peloso a compiere tutte le azioni nel modo giusto.

Obiettivo: divertimento!

Di tricks ce ne sono veramente tanti: se riusciremo a instaurare una buona comunicazione e Fido si dimostrerà sereno e propositivo, sarà davvero divertente insegnarglieli! Il cane non capisce cosa sta imparando e perché, la sua motivazione principale è passare del tempo insieme a noi. Se interagisce bene e ha successo, tutto questo svilupperà ascolto, attenzione e fiducia reciproca, quindi… buon allenamento!

close-link