• Facebook
  • Instagram
  • Youtube
Accedi all’area riservata:
2020-05-29

Razze

Un gigante dall’aspetto angelico

Il Ragdoll, gatto di grandi dimensioni e dal carattere estremamente docile, colpisce per i suoi profondi occhi blu e il forte attaccamento alla sua famiglia umana.

Le origini di questo splendido esemplare vanno ricercate negli Stati Uniti degli anni Sessanta, quando Josephine – la gatta bianca di razza Angora della signora Ann Baker – rimane ferita in un incidente stradale e, da quel momento, abbandona il suo carattere schivo per diventare docile e affettuosa. La proprietaria decide, poi, di farla accoppiare con un gatto Birmano: un’unione da cui nascono tanti gattini dai grandi occhi blu e dall’indole tranquilla come la loro mamma.

Belli come bambole

E sono proprio la bellezza e la mansuetudine che la caratterizzano ad aver dato il nome alla razza: ragdoll, infatti, in inglese significa “bambola di pezza”. Un aspetto angelico che le ha fatto guadagnare anche il soprannome di Cherubino, largamente utilizzato dagli americani.

Una taglia xxl

Il Ragdoll è un vero e proprio gigante: caratterizzato da un fisico massiccio e imponente, il maschio pesa fino a 8 kg, mentre la femmina arriva a 5 kg. Gli occhi sono grandi e ovali, il viso è allungato e le orecchie, larghe alla base, si arrotondano alle estremità. Le zampe sono muscolose e il pelo, morbido e setoso, può essere lungo o semilungo e s’infoltisce soprattutto in prossimità del collo (sulla cosiddetta “gorgiera”), dove rimane fitto e vaporoso anche in estate.

Primo premio per la dolcezza

A discapito della sua fisicità, questo felino è particolarmente dolce e alla costante ricerca di coccole da parte dei suoi proprietari: ama letteralmente, infatti, abbandonarsi tra le loro braccia, dimostrando così tutta la sua fiducia nei loro confronti. Il contatto fisico è per lui fondamentale e proprio per questo soffre terribilmente se lasciato da solo troppo a lungo. Sta anche volentieri in compagnia di altri animali domestici, purché siano tranquilli e lo lascino a poltrire in pace.

Poche e semplici cure

Il Ragdoll non ha bisogno di molte cure. La principale riguarda il mantello, che dev’essere spazzolato ogni 2-3 giorni per prevenire la comparsa di nodi (quotidianamente, invece, durante la muta). Se consigliato dal veterinario, inoltre, potrebbe essere necessario somministrargli un prodotto specifico che lo aiuti a eliminare il pelo ingerito. Dal punto di vista alimentare, infine, è bene sapere che questo felino è un buongustaio e non rifiuta mai qualche assaggio fuori pasto: attenti, quindi, a non farlo ingrassare!

Carta d'identità

Corpo: taglia medio-grande, massiccio e muscoloso

Testa: larga e arrotondata

Occhi: grandi e ovali, leggermente obliqui e di un colore blu intenso

Orecchie: larghe alla base e arrotondate in punta

Coda: pelosa, portata alta

Mantello: lungo o semilungo, corto sulle zampe e folto sulla gorgiera; colorazioni ammesse: point (seal, chocolate, red, blue e lilac), mitted e bicolore; alcuni esemplari possono essere guantati, con la punta delle zampe bianca

 

A cura di Sara Conversano

rolex daytona replica

close-link