• Facebook
  • Instagram
  • Youtube
Accedi all’area riservata:
2018-09-25

Nutrizione e salute

La dieta giusta dei pet sterilizzati

La sterilizzazione causa facilmente un aumento di peso sia nei cani che nei gatti: cosa mettere, allora, nella loro ciotola per un’alimentazione corretta ed equilibrata?

Cambiamenti ormonali e calo dell’attività fisica sono le due conseguenze principali della sterilizzazione nei pet, che comportano quasi sempre un aumento del peso. Per tenere quest’ultimo sotto controllo è necessario far seguire a Fido e Micio una dieta bilanciata, riempiendo le loro ciotole con gli alimenti giusti e nelle giuste quantità.

Articoli Recenti

Non ci sono articoli recenti.

Il gatto sterilizzato

La tendenza a ingrassare riguarda soprattutto i felini: un gatto domestico sterilizzato, infatti, perde l’istinto sessuale e la voglia di esplorare l’ambiente che lo circonda, preferendo passare il tempo a sonnecchiare e a mangiare, con una importante riduzione del metabolismo che porta facilmente al sovrappeso.

Come (e quando) riempire le ciotole

Quali accorgimenti bisogna usare per garantire al proprio amico a quattro zampe un’alimentazione corretta? Gli esperti raccomandano una dieta dall’apporto calorico ridotto, divisa in più pasti durante la giornata. Due, per l’esattezza, nel caso di un cane e libera (“ad libitum”) per il gatto, senza far mai mancare l’acqua.

Poco ma di qualità!

Il cibo scelto – sia secco che umido – dev’essere ricco di sostanze nutritive: indispensabili le proteine di elevata qualità, gli aminoacidi essenziali, i minerali e le vitamine. Preziose alleate per un’alimentazione bilanciata sono anche le fibre, che aiutano a “ingannare” il senso di fame dei nostri pet. L’importante, comunque, è stabilire la dieta con il veterinario che valuterà di volta in volta l’età, il sesso, le abitudini e le condizioni fisiche dell’animale.